header igral

Qualità della carne di bovini allevati al pascolo

Grazie alle ricerche di iGRAL si approfondiranno le conoscenze sulle caratteristiche nutrizionali delle carni di bovini delle razze Highland e Sarda ottenute al pascolo.

 

La qualità di un alimento è “l’insieme delle caratteristiche del prodotto che contribuiscono all’accettabilità del prodotto stesso da parte del consumatore”, che esprime il suo giudizio esclusivamente sulla base di percezioni e giudizi dettati, oltre che dal sapore e aspetto dell’alimento, da criteri etici riconducibili, nel caso di prodotti di origine animale, alla salvaguardia del benessere animale, all’allevamento eco-sostenibile e all'impatto ambientale.

 

Diversi parametri oggettivi che definiscono la qualità della carne quali colore, aspetto, sapore e qualità nutrizionale sono legati al sistema di allevamento e di alimentazione dell’animale, alla razza e alla tecnologia di produzione adottata. Alla carne è riconosciuto principalmente il ruolo di fonte proteica. Le proteine animali hanno il vantaggio di essere di qualità eccellente poiché contengono tutti gli aminoacidi indispensabili in proporzioni bilanciate e sono facilmente assimilabili dall’organismo. Il contenuto lipidico della carne è spesso visto come un suo limite qualitativo, tanto da spingere il consumatore alla scelta di carne magra e bianca. I lipidi della carne contengono, invece, diversi composti essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo umano: acidi grassi, colesterolo ed α-tocoferolo (vitamina E).

Qualita della carne bovini allevati pascolo 02

Il sistema di allevamento al pascolo, oltre ad offrire un’immagine tra le più accattivanti per il consumatore che vi associa il benessere degli animali e la cura dell’ambiente e del paesaggio, è quello che maggiormente influenza la qualità dei lipidi della carne. Molti studi, condotti in differenti zone Alpine e del Mediterraneo hanno messo in evidenza l’elevata biodiversità dei pascoli naturali di queste zone geografiche il cui utilizzo nell’alimentazione dei ruminanti conferisce speciali caratteristiche nutraceutiche e sensoriali al prodotto (latte, carne e derivati). L’alimentazione dell’animale, basata sullo sfruttamento del pascolo, concorre ad incrementare, infatti, il contenuto sia di sostanze antiossidanti come α-tocoferolo, luteina e β-carotene, che migliorano la qualità della carne (colore, sapore, struttura, valore nutrizionale), riducono l’ossidazione dei lipidi ed allungano la shelf life del prodotto, sia di acidi grassi polinsaturi (PUFA) della serie ω3 e ω6, dell’isomero C18:2 cis9 trans11 dei CLA (Acido Linoleico Coniugato). Questi acidi grassi hanno un elevato valore nutraceutico in quanto contribuiscono a migliorare il sistema immunitario, esplicano attività antiaterosclerotica, anticarcinogenica e immunomodulante (Belury 2002; McGuire et al. 2000).

Nel progetto iGRAL, sostenuto da Ager, verranno indagate le caratteristiche nutrizionali delle carni di bovini Highland e Sarda ottenute al pascolo e sarà valutato l’interesse dei consumatori nei confronti di una carne che dovrebbe avere una qualità elevata e un profilo nutrizionale più favorevole per la salute rispetto a quella di bovini provenienti da allevamenti intensivi.

Margherita Addis, Marco Acciaro e Maria Sitzia - Agris Sardegna

 

Belury, M.A. 2002. Dietary conjugated linoleic acid in health: Physiological effects and mechanisms of action. Annu. Rev. Nutr. 22, 501–531.

McGuire, M.A., and M.K. McGuire. 2000. Conjugated linoleic acid (CLA): A ruminant fatty acid with beneficial effects on human health. Proc. Am. Soc. Anim. Sci. Annu. Mtg. 1999. Online. Available: http://www.asas.org/jas/symposia/proceedings/0938.pdf.

La nostra ricerca: iGRAL

Per l'impresa

Con un pizzico di sale anche il pascolo è più buono?

Con un pizzico di sale anche il pascolo è più buono?

Ager Per l'impresa 16 Apr 2020

Il progetto iGRAL verifica le possibilità di ripristino del pascolo anche attraverso il posizionamento strategico di “punti sale”, integratori salutari e attrattivi... leggi

Per il consumatore

Sulle spalle… dei “giganti”

Sulle spalle… dei “giganti”

IALS Per il consumatore 06 Mag 2020

L’esperienza di iGRAL al talent scientifico FameLab   Tra le attività di disseminazione promosse dal progetto iGRAL, ricordiamo la partecipazione all’edizione 2020 del FameLab... leggi

Per l’ambiente

Formiche e Piante: una relazione necessaria?

Formiche e Piante: una relazione necessaria?

Ager Per l’ambiente 19 Feb 2020

Formiche e piante si sono evolute sviluppando una rete intricata di relazioni per la sopravvivenza: lo sanno bene i ricercatori di iGRAL Le... leggi

logo bianco

Ager - Agroalimentare e ricerca è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Sito Progetto Ager
http://www.progettoager.it/

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.